Caldo e vacanze: qualche consiglio per la salute di tutta la famiglia

Caldo e vacanze: qualche consiglio per la salute di tutta la famiglia

L’estate è finalmente arrivata portando con sé la voglia di rigenerarsi e di prendersi cura del proprio corpo.

Come ogni anno si sprecano le parole in lunghi decaloghi su come prendere una bella tintarella uniforme, su come rendere il proprio corpo perfettamente snello e curato. Ma proprio sulla cura noi vogliamo soffermarci oggi, la cura per la salute del nostro organismo.

Durante tutto l’anno, ma in particolare nel periodo estivo, piccole insidie e fastidiosi disturbi possono rovinarci le vacanze e rendere il meritato periodo di riposo poco piacevole.

Ecco quindi qualche accorgimento, utile a tutta la famiglia ma in particolare ai soggetti più deboli come anziani e bambini, per prenderci cura della nostra salute anche in vacanza.

-Evitare la disidratazione: bere molta acqua e assumere liquidi sufficienti durante la giornata dovrebbe essere una buona abitudine durante tutto l’anno. Nel periodo estivo però questo diventa ancora più importante in quanto il caldo e il sudore consumano i liquidi in modo considerevole lasciando il corpo disidratato. Un accorgimento in più va alle persone anziane perché spesso, soprattutto in presenza di malattie croniche, in questi soggetti lo stimolo della sete viene meno rischiando così gravi conseguenze.

Gli specialisti consigliano l’assunzione di almeno 1l ½ di acqua al giorno, meglio ancora 2 l.

-Assumere sali minerali: spesso il caldo crea una sensazione di fiacchezza e la tendenza diventa quella di assumere cibi molto sostanziosi ricchi di zuccheri e grassi. In realtà la sensazione di sollievo che questi macronutrienti possono dare è solo momentanea.

In realtà affinché avvengano le reazioni metaboliche che permettono agli alimenti di trasformarsi in energia occorre la presenza di micronutrienti come vitamine e sali minerali. Tra questi ricordiamo il magnesio e il potassio che consentono agli enzimi di lavorare a pieno ritmo.

-Attenzione alle scottature: in estate la corsa alla tintarella può portare a trascurare alcuni fondamentali accorgimenti. Infatti per quanto, in limitate quantità, l’esposizione al sole può essere salutare, il rischio di provocare danni alla pelle a breve o lungo termine è alto.

Per tutti, ma in particolar modo per i soggetti più delicati, è indicato utilizzare una protezione adeguata che faccia da filtro ai raggi solari ed evitare l’esposizione diretta nelle ore più calde della giornata.

-Punture d’insetti: con l’arrivo del caldo arrivano a farci visita anche gli insetti più fastidiosi; tra questi ricordiamo zanzare, vespe, calabroni, api, tafani, pulci e cimici.

La cosa importante sarebbe prevenire le punture di questi insetti utilizzando creme apposite e zampironi o comunque sistemi di difesa specifici ma in caso di puntura già avvenuta è utile seguire alcuni accorgimenti per limitare i danni. In caso di puntura da insetto con pungiglione è necessario estrarre quest’ultimo dalla pelle per evitare che fuoriesca altro veleno o la zona si infiammi. Sempre per evitare spiacevoli infiammazioni anche con le punture di zanzare e tafani e necessario non grattare la parte lesa nonostante la forte tentazione. In caso di punture di pulci e cimici può rivelarsi utile l’applicazione di una crema cortisonica.

Normalmente le punture costituiscono solo un noioso fastidio, ma in alcuni soggetti come i bambini molto piccoli e le persone allergiche possono provocare anche gravi conseguenze come lo shock anafilattico. In questo caso è necessario ricorrere immediatamente ad un intervento medico.

-Alimentazione corretta: con il caldo i processi digestivi sono più lenti. Mangiare cibi pesanti potrebbe rendere pesante la digestione e causare malessere soprattutto nei soggetti anziani. Gli specialisti consigliano il consumo di pasti leggeri e frequenti durante la giornata andando ad integrare la dieta alimentare con frutta e verdura, alimenti di per sé ricchi di acqua, vitamine e sali minerali.

-Vacanze all’estero: recarsi in altri paesi permette di scoprire nuove culture ed allontanarsi dalla consuetudine dei nostri luoghi; proprio per godere appieno delle bellezze del viaggio e delle vacanze è però necessario limitare alcuni comportamenti ed adottare precise precauzioni.

Innanzitutto a seconda della meta scelta può essere utile eseguire vaccini preventivi (almeno due settimane prima) e profilassi antibiotiche quando necessario. Evitare il consumo di cibo crudo (in particolare il pesce) e frutta e verdura non lavate. Una particolare attenzione va all’acqua. In alcuni paesi del mondo l’acqua contaminata costituisce una delle fonti di trasmissione di malattie infettive; è consigliabile quindi bere solo da bottiglie perfettamente sigillate evitando anche cocktail e ghiaccio.

Questi sono gli accorgimenti principali che gli esperti consigliano di seguire per prendersi cura al meglio di sé stessi e dei propri cari nel caldo periodo estivo; naturalmente non hanno la presunzione di essere esaustivi, in quanto ogni individuo ha una determinata storia clinica ed è perciò corretto che sulla base delle indicazioni date ci si rivolga quindi al proprio curante per avere un quadro personalizzato e preciso per la tutela della propria salute.

NOTA: il presente articolo non è stato scritto da professionisti; le informazioni sopra riportate sono ricavate perlopiù da fonti web e sono fornite unicamente a scopo indicativo, si declina ogni responsabilità per eventuali errori e/o omissioni.