I nostri bisnonni e noi: come gli ausili tecnologici per la mobilità hanno cambiato radicalmente il modo di vivere la terza età.

11 dicembre 2017
I nostri bisnonni e noi: come gli ausili tecnologici per la mobilità hanno cambiato radicalmente il modo di vivere la terza età.

Dal bastone al montascale
Benessere e libertà, sicurezza e autosufficienza: è davvero possibile garantire tutto questo a chi non è più in grado di muoversi in maniera autonoma? Le persone colpite da ridotta mobilità manifestano precise esigenze di vita, prima fra tutte quella di essere accompagnate nel quotidiano da ausili che ne garantiscano la mobilità e l’autosufficienza. Oggi, come in molti campi, le tecnologie più avanzate sono in grado di migliorare in maniera sensibile l’esistenza degli anziani, e non solo: merito di montascale, ascensori, piattaforme e altri ritrovati capaci di trasformare la casa e ogni ambiente in luoghi privi di barriere architettoniche. Confrontando la nostra qualità della vita con quella dei nostri bisnonni, i dati parlano chiaro ed evidenziano il ruolo sempre più importante che la tecnologia riveste all’interno delle mura domestiche. I nostri anziani sono più indipendenti rispetto al passato, e se parte di questo risultato positivo è sicuramente merito di uno stile di vita più attivo e attento al benessere, gli ultimi ritrovati tecnologici costituiscono un aspetto altrettanto importante. Quello che non riusciamo più a fare da soli, da giovani e da meno giovani, riuscirà insomma a farlo per noi la nostra casa.

Soluzioni tecnologiche di qualità
Fisiologico passare del tempo o specifiche patologie possono cambiare la vita di una persona, condizionando in modo – spesso irreversibile – il funzionamento dell’apparato locomotore. Queste condizioni erano vissute spesso, in passato, in maniera drammatica. L’assenza di ausili tecnologici, infatti, impediva ai pazienti ogni forma di mobilità: ogni gradino, ogni dislivello o i più semplici percorsi diventavano un ostacolo insormontabile, privando l’anziano delle sue più elementari forme di autonomia. L’unico supporto possibile? Il classico bastone da passeggio, che proteggeva dall’incertezza dei movimenti ormai non più fluidi, ma non era in grado di fornire alcun aiuto nel caso di più gravi problemi di mobilità. A questo rudimentale ausilio alla camminata, oggi si affiancano soluzioni ben più efficienti in termini di risultato e sicurezza, perché consentono di migliorare la qualità di numerosi aspetti dell’esistenza e di restituire la possibilità di muoversi in autonomia anche dove la malattia lo aveva impedito. L’anziano, oggi, ha a disposizione innanzi tutto una casa in grado di adattarsi alle sue esigenze, modellando i suoi spazi per per restituirgli libertà e senso di inclusione. Alcune soluzioni, inoltre, gli consentono di vivere con altrettanta libertà anche gli ambienti esterni alla casa, implementando le sue possibilità di svago o la capacità di continuare a provvedere da solo alle sue esigenze quotidiane.

Scale e dislivelli non sono più un problema
Chiudi gli occhi e cerca di immaginare la casa dei tuoi sogni. Probabilmente la tua fantasia non avrà limiti e sarà in grado di disegnare spazi in cui scale, gradini e ambienti costruiti su piani diversi non sono un problema. Una persona con ridotta mobilità potrebbe dover rinunciare a quel sogno. Un tempo, i problemi legati all’età che avanzava potevano costringere l’anziano ad abbandonare la propria abitazione, perché ambiente non più confortevole per le sue nuove esigenze di vita. Ma è davvero giusto che sia la persona a doversi adattare all’ambiente che la circonda? I progressi scientifici e tecnologici hanno spinto in maniera evidente verso un’unica direzione: migliorare la qualità del nostro vivere, ricercando benessere e armonia anche nel semplificare i nostri compiti quotidiani. Dal momento del risveglio fino alla fine della giornata, i nuovi ritrovati della domotica e della tecnica consentono oggi di vivere la terza età in modo più sereno, appianando le barriere che il mondo innalza attorno a noi. Ecco, quindi, che vivere in una casa costruita su più piani non sarà più un problema, grazie alla possibilità di utilizzare ascensori e poltrone montascale con seduta assistita. I tragitti più impervi, anche fuori dalle mura domestiche, potranno essere percorsi grazie all’aiuto di scooter motorizzati che consentiranno sicurezza e comfort. Vasche da bagno ad entrata verticale e letti reclinabili miglioreranno il compimento di operazioni quotidiane indispensabili. Basterà, insomma, aprire la mente alle soluzioni offerte dalla tecnologia per lasciarsi guidare verso una dimensione di maggiore libertà di movimento, trovando sostegni e risposte che potranno essere modellate sulla base delle specifiche esigenze dell’utente.

NOTA: il presente articolo non è stato scritto da professionisti; le informazioni sopra riportate sono ricavate perlopiù da fonti web e sono fornite unicamente a scopo indicativo, si declina ogni responsabilità per eventuali errori e/o omissioni.